by ERP Italia

More articles

A partire dal 1 gennaio 2016, gli oltre 1200 produttori di AEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) potranno beneficiare della condivisione di competenze messe a disposizione dai consorzi Consorzi Ecoped, ecoR’it, Ridomus e della piattaforma europea di servizi di gestione dei RAEE e dei rifiuti di pile ed accumulatori garantita da ERP, presente direttamente in 15 Stati Europei.
Grazie all’accordo siglato, i produttori possono ora gestire anche le loro obbligazioni all’estero attraverso un unico interlocutore, con interfaccia dedicata e nei diversi stati Europei in cui si trovano o vorranno essere presenti. “È importante facilitare gli adempimenti dei produttori, che potranno così concentrarsi sul loro business – spiega Umberto Raiteri, Presidente e CEO di ERP SAS – e lasciare a noi e alla nostra esperienza e presenza capillare in Europa il compito di supportarne la conformità. Grazie al nuovo servizio i consorziati del nostro partner avranno la possibilità, con un unico contratto, di accedere ai servizi paneuropei di ERP”.
Ad integrazione della garanzia, della qualità e dell’efficienza assicurata da SAFE su tutta la filiera in Italia, il nuovo accordo con ERP offre ai produttori del Gruppo la possibilità di accedere ad un’unica piattaforma europea per interfacciarsi con i Registri dei vari Paesi e per adempiere agli obblighi di gestione dei RAEE domestici e professionali e consente, anche garantendo la rappresentanza estera, di accedere da subito e facilmente a nuovi mercati, in piena sicurezza e con oneri trasparenti e predeterminati.