by ERP Italia

Ha preso il via in Italia, Germania, Regno Unito e Turchia il bando di gara di “Critical Raw Material Closed Loop Recovery”, progetto promosso da European Recycling Platform, sistema collettivo leader in Europa nella gestione dei RAEE e degli RPA, in collaborazione con WRAP, EARN, Wuppertal Institute, KTN e il contributo del fondo d’investimento europeo Life che intende incentivare lo sviluppo di metodologie innovative di raccolta e trattamento dei rifiuti elettronici allo scopo di migliorare il tasso di recupero delle materie “nobili”.

Critical Raw Material Closed Loop Recovery si propone un traguardo ambizioso: raggiungere entro il 2020 un incremento del 5% nel recupero di componenti ”preziosi” quali grafite, cobalto, antimonio, tantalio, terre rare, argento, oro e platino.

Questo obiettivo è molto ambizioso, se confrontato con lo stato attuale nei Paesi dell’Unione Europea in cui vengono generate ogni anno circa 9,9M tonnellate di RAEE e di questo quantitativo, solo il 30% è avviato a una corretta procedura di trattamento. In questo stato dell’arte la percentuale di recupero dei materiali preziosi e rari non supera l’1%.

Attraverso il bando di gara, aperto a privati e consorzi, Critical Raw Material Closed Loop Recovery intende promuovere la presentazione diprogetti innovativi che contengano indicazioni precise e fattibili su modifiche da apportare all’attuale organizzazione delle attività di raccolta e riciclo dei RAEE o innovazioni di processo che concorrano a rendere più produttivo e sostenibile il recupero delle materie prime seconde preziose.

Il termine ultimo per la presentazione dei progetti è fissato per il 7 aprile 2016. Tutte le informazioni relative ai criteri di ammissione e sulle specifiche tecniche degli elaborati sono disponibili sul sito internet del progetto alla pagina www.criticalrawmaterialrecovery.eu/tenders.

CRM_Febbraio2016