by ERP Italia

Per il terzo anno consecutivo le popolazioni dell’Albese-Braidese hanno risposto con generosità e grande senso civico alla raccolta a domicilio delle pile esauste organizzata da ERP Italia e dal Consorzio Albese Braidese Servizi Rifiuti (Co.A.B.Se.R).

I dati definitivi della campagna ambientale 2016, svoltasi dal 15 settembre al 28 ottobre in oltre 50 Comuni della Provincia di Cuneo, segnano un rotondo +33% nei quantitativi raccolti rispetto all’edizione 2015, passando da 4.473 a 6.161 kg.

Dal punto di vista quantitativo, il titolo di Comune più virtuoso nella raccolta domiciliare di pile esauste spetta a Cherasco con 360 kg, seguito a distanza da Canale (290 kg) e Bra (480 kg). Se però si analizzano i dati in termini di incremento annuo, spiccano le performance delle comunità di Monticello d’Alba (+78%), Montà (+68%) e Piobesi d’alba (+67%).

“Quest’anno abbiamo ampliato ulteriormente il bacino coinvolto nel progetto, raggiungendo quasi 40.000 cittadini in più rispetto all’edizione 2015. Si è trattato di un impegno organizzativo non indifferente, ma i risultati sono stati premianti, a conferma di un territorio sensibile al corretto smaltimento dei rifiuti e al riuso delle risorse” – dichiara Samantha Charalambous, Marketing Manager di ERP Italia. “Come ERP Italia siamo sempre favorevoli a portare avanti iniziative sul territorio che attivino direttamente i cittadini e, renderli protagonisti delle scelte a favore dell’ambiente, sta permettendo di raggiungere traguardi di raccolta stimolanti.”  

Leggi il comunicato stampa