by ERP Italia

Il DL 204 del 2016, anche detto “decreto Milleproroghe”, fa slittare alla data di subentro del nuovo gestore SISTRI e comunque a non oltre il 1 gennaio 2018 l’applicabilità delle pene per l’omesso tracciamento telematico dei rifiuti e proroga fino a tale data, l’obbligo per gli operatori di osservare il tradizionale regime costituito da registri e formulari.

Lo scenario resta quindi, anche per il 2017 (a meno di subentro anticipato del nuovo gestore SISTRI), ancora quello del doppio regime per i rifiuti speciali, che prevede la registrazione e gestione sia tradizionale che informatizzata.

Continuano ad essere sanzionabili, seppur solo al 50%, la mancata iscrizione al Sistri e l’omesso versamento del relativo contributo annuale.

Slitta, pertanto, presumibilmente al 1° gennaio 2018, l’applicazione del quadro sanzionatorio per il mancato rispetto degli obblighi operativi di tracciamento informatico dei rifiuti.

Per approfondire, clicca qui