by ERP Italia

A conferma della centralità e dell’autorevolezza di ERP Italia nel panorama dei Sistemi Collettivi, un’intera sezione è dedicata al nuovo ambito di applicazione della normativa sulla raccolta e riciclo dei RAEE, a partire dal 15 agosto.

 

Milano, 22 febbraio 2018 – ERP Italia Scarl, società consortile senza scopo di lucro che è tra i principali sistemi collettivi in Italia dedicati alla gestione del fine vita delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, delle pile monouso e ricaricabili, rinnova la sua presenza in rete con il totale restyling del proprio sito internet erp-recycling.it. L’operazione si inserisce nell’ambito di un progetto di restyling Europeo che prevede un nuovo sito corporate e un sito dedicato per ogni paese nel quale il gruppo ERP è presente, con lo scopo di rafforzare la propria immagine coordinata sul web a livello internazionale.

Il nuovo sito si presenta orientato alla massima fruibilità e chiarezza dei contenuti in una materia complessa e in continua evoluzione come l’assolvimento da parte dei produttori degli obblighi di legge per la gestione dei rifiuti tecnologici di AEE Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, Pile e accumulatori a scopo di riciclo sull’intero territorio nazionale.

Il sito di ERP Italia, pertanto, si presenta come una tra le principali, più autorevoli e aggiornate fonte d’informazioni e di riscontro per le aziende chiamate a conformarsi agli aspetti legali, economici e pratici della normativa sui RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e RPA (Rifiuti da Pile e Accumulatori).

Autorevolezza

L’autorevolezza di ERP Italia è facilmente desumibile dal Chi siamo e deriva dall’essere partner nazionale del primo sistema collettivo pan-europeo, operante con proprie strutture e in grado di fornire servizi di conformità in 15 Paesi con 32 sistemi collettivi operanti.

Presente in Italia dal 2006 e tra i fondatori del Centro di Coordinamento Nazionale RAEE e del Centro Nazionale Pile e Accumulatori, ERP Italia si colloca oggi al terzo posto tra i sistemi collettivi attivi nel nostro Paese per volumi complessivi ritirati e avviati al riciclo e al primo posto nella raccolta e trattamento delle pile esauste. Inoltre, il network internazionale permette al gruppo ERP di essere il referente unico per i produttori e i distributori che operano in più paesi.

Semplificare ciò che è complesso

Dalla home page risultano facilmente accessibili le soluzioni e i servizi che ERP Italia mette a disposizione delle aziende per semplificare l’adempimento delle procedure nel pieno rispetto delle normative vigenti. Il sito, infatti, dedica sezioni specifiche ai RAEE e ai RPA in cui sono definiti con chiarezza il contesto normativo vigente e le responsabilità in capo ai produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche sia consumer che professionali. Un’ulteriore sezione è dedicata ai servizi con cui ERP Italia supporta le aziende in ogni fase del processo di raccolta e trattamento di RAEE e RPA.

 

Pronto per Open Scope 2018

A conferma della centralità e del ruolo di rilievo e autorevolezza di ERP Italia, un’intera sezione del sito è dedicata al riassetto del sistema nazionale di raccolta e riciclo dei RAEE che avrà luogo il prossimo 15 agosto con l’entrata in vigore della nuova classificazione dei RAEE (Open Scope).

Il Decreto Legislativo 49/2014 prevede che da quella data l’obbligo di contribuire all’organizzazione e al finanziamento del sistema nazionale ricada su produttori, importatori e distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche di qualsiasi tipo, fatta eccezione delle categorie specificamente escluse.

In attesa dell’entrata in vigore, ERP Italia ha scelto di offrire da subito un quadro esauriente sul nuovo decreto, utile alle imprese che devono orizzontarsi e organizzarsi quanto prima in vista delle nuove incombenze. Proprio in questa ottica si inseriscono i seminari tecnici che ERP Italia sta organizzando in collaborazione con Confindustria per illustrare alle imprese la nuova normativa: i prossimi due appuntamenti si terranno il 07 marzo a Bologna e il 21 marzo a Parma.

 

Informazioni su ERP

La European Recycling Platform è stata fondata nel 2002 in risposta all’introduzione della Direttiva dell’Unione europea sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). La missione di ERP è garantire l’implementazione efficiente e di alta qualità della direttiva, a vantaggio dei suoi clienti e dell’ambiente.

Nel giugno 2014, ERP è entrata a far parte di Landbell Group, un fornitore internazionale di servizi e consulenza per la conformità chimica e ambientale. ERP e Landbell Group hanno raccolto più di 7 milioni di tonnellate di imballaggi, più di 3 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici e più di 50.000 tonnellate di batterie portatili.

ERP è la prima e unica organizzazione paneuropea per la responsabilità del produttore operante in Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Italia, Norvegia, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Spagna, Svezia e Regno Unito. Trasmettendo ai clienti i vantaggi delle operazioni di riciclo multinazionali, ERP ha dato prova di essere la soluzione più competitiva per le aziende nei paesi in cui opera per la conformità di RAEE, pile e imballaggi, nonché per i servizi di ritiro.

Per ulteriori informazioni su ERP, visitare il sito www.erp-recycling.org

European Recycling Platform – ERP Italia

ERP Italia Scarl società consortile senza scopo di lucro è tra i principali Sistemi Collettivi in Italia che si fanno carico della gestione a norma dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), degli RPA (Rifiuti da Pile e Accumulatori) e dei rifiuti da pannelli fotovoltaici sull’intero territorio nazionale.  ERP Italia è la filiale italiana di ERP – European Recycling Platform, il Sistema Collettivo leader in Europa nella gestione dei RAEE e degli RPA.

Per ulteriori informazioni: www.erp-recycling.it