by ERP Italia

Nei primi sei mesi del 2019, il Consorzio ERP Italia ha raccolto 1.464.357 kg di batterie e accumulatori portatili, ovvero il 47% dei Rifiuti di Pile e Accumulatori (RPA) dell’immesso dai principali Produttori di pile e accumulatori portatili associati al Consorzio, in rapporto al periodo equivalente.

La normativa Ue prevede che i produttori di batterie e accumulatori portatili debbano assicurare che almeno il 45% dei propri prodotti immessi sul mercato vengano recuperati e smaltiti, pena la mancata conformità alla normativa e il rischio di incorrere in sanzioni.

Alberto Canni Ferrari, Country General Manager del Consorzio Erp Italia, afferma che “la raccolta Rpa è molto complessa per natura, dimensione e diffusione capillare delle batterie esauste. Grazie alla particolare struttura organizzativa, che deriva dalla nostra rete internazionale, Consorzio ERP Italia è in grado di operare con una fitta rete logistica di operatori, ottenendo ottimi risultati e garantendo le migliori tariffe dal punto di vista del rapporto tasso di raccolta/prezzo, assicurando ai nostri associati il rispetto dei loro obblighi nel rispetto dell’EPR (Extended Producer Responsability)”.

Fonte: www.hitechweb.info