by ERP Italia

Le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e le Pile e gli Accumulatori sono prodotti utilizzati ormai quotidianamente, ma non tutti i consumatori sono a conoscenza della possibilità di riciclare i rifiuti derivanti da essi, recuperando materiali preziosi che possono essere riutilizzati e soprattutto delle modalità attraverso cui poter smaltire correttamente questi beni.

La normativa RAEE prevede che il cittadino possa conferire i propri rifiuti urbani da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, Pile ed Accumulatori presso:

  • Il Centro di Raccolta comunale più vicino: I cittadini possono recarsi presso i Centri di Raccolta Comunali della propria città e portare i loro Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e/o Rifiuti di Pile o Accumulatori gratuitamente.
  • I punti vendita ai sensi del D. Lgs. 49/14 e DM 65/2010, in modalità 1 contro 1: I cittadini che acquistano una nuova Apparecchiatura Elettrica o Elettronica hanno il diritto di richiedere al rivenditore il ritiro della vecchia apparecchiatura equivalente di cui vogliono disfarsi (anche a domicilio, a condizione che questa sia pronta da ritirare, sia scollegata da qualsiasi installazione fissa, non sia un rischio per la salute e la sicurezza e sia idonea alla raccolta).
  • I punti vendita ai sensi del D. Lgs. 49/14, in modalità 1 contro 0: I cittadini possono conferire il proprio rifiuto da Apparecchiatura Elettrica ed Elettronica di piccole dimensioni (lato lungo max 25 cm) presso il rivenditore, gratuitamente e senza obbligo di acquisto. I Rifiuti di Pile e Accumulatori Portatili possono essere conferiti in appositi contenitori situati presso i distributori di Pile ed accumulatori portatili (per esempio: supermercati, centri commerciali, grande distribuzione etc.), gratuitamente e senza obbligo di acquisto.