by ERP Italia

In Italia la Direttiva Europea 2012/19/EU, relativa alle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) ed ai Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), è stata recepita con il D.Lgs. 49/2014 che pone a carico dei Produttori di queste apparecchiature, la responsabilità di gestirne la raccolta, il trattamento e il riciclo in base al principio della “Responsabilità Estesa del Produttore”.

Per quanto riguarda i Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, la normativa prevede che essi debbano:

  • Adempiere alla Normativa vigente in materia di RAEE;
  • Organizzare e finanziare delle operazioni di raccolta, trattamento e riciclo dei RAEE;
  • Iscriversi presso il Registro Nazionale dei produttori di AEE;
  • Dichiarare i RAEE ovvero comunicare al Registro Nazionale, con cadenza annuale, le quantità e le categorie di AEE immesse sul mercato nell’anno precedente, nonché di quelle raccolte, reimpiegate, riciclate e recuperate;
  • Marcare l’AEE con il simbolo del bidoncino barrato ed il marchio del Produttore a norma UNI;
  • Inserire, all’interno delle istruzioni per l’uso delle AEE, adeguate informazioni riguardanti il corretto smaltimento dei RAEE, nonché gli effetti sull’ambiente e sulla salute e le sanzioni previste dalla legge in caso di smaltimento abusivo.

Per quanto riguarda i Distributori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, la normativa prevede che essi debbano:

  • Iscriversi all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali nella categoria 3bis;
  • Esporre in evidenza, all’interno del proprio esercizio (punto di raccolta) o sul sito internet, una cartellonistica adeguata che informi il pubblico circa la possibilità di conferire gratuitamente questi prodotti;
  • Occuparsi del deposito preliminare dei RAEE e del trasporto degli stessi, tranne nel caso in cui il trasporto sia affidato a terzi;
  • Rendicontare al Centro di Coordinamento RAEE (CDCRAEE) le quantità di rifiuti gestite;
  • Rispettare gli obblighi temporali e di tracciabilità;
  • Contribuire al raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata dei RAEE secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 49/2014.