by ERP Italia

Le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) e le Pile e gli Accumulatori sono prodotti utilizzati ormai quotidianamente, ma non sempre i consumatori conoscono le modalità per il loro corretto smaltimento, che permette il recupero dei materiali preziosi in essi contenuti ed il loro riutilizzo.

La normativa prevede che il cittadino possa conferire i propri rifiuti urbani da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, Pile ed Accumulatori presso:

  • Il Centro di Raccolta comunale più vicino: I cittadini possono recarsi presso i Centri di Raccolta Comunali della propria città e portare i loro Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e/o Rifiuti di Pile o Accumulatori gratuitamente.
  • I punti vendita ai sensi del D. Lgs. 49/14 e DM 65/2010, in modalità 1 contro 1: I cittadini che acquistano una nuova Apparecchiatura Elettrica o Elettronica hanno il diritto di richiedere al rivenditore il ritiro della vecchia apparecchiatura equivalente di cui vogliono disfarsi (anche a domicilio, a condizione che questa sia pronta da ritirare, sia scollegata da qualsiasi installazione fissa, non sia un rischio per la salute e la sicurezza e sia idonea alla raccolta).
  • I punti vendita ai sensi del D. Lgs. 49/14, in modalità 1 contro 0: I cittadini possono conferire il proprio rifiuto da Apparecchiatura Elettrica ed Elettronica di piccole dimensioni (lato lungo max 25 cm) presso il rivenditore, gratuitamente e senza obbligo di acquisto. I Rifiuti di Pile e Accumulatori Portatili possono essere conferiti in appositi contenitori situati presso i distributori di Pile ed accumulatori portatili (per esempio: supermercati, centri commerciali, grande distribuzione etc.), gratuitamente e senza obbligo di acquisto.