by ERP Italia

Pubblicata la nuova Circolare Ministeriale contenente le indicazioni relative alle “Criticità nella gestione dei rifiuti per effetto dell’emergenza Covid-19”.

Il Servizio di raccolta, trasporto e trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, Pile ed Accumulatori è stato inserito tra le attività ritenute essenziali dal DPCM del 22 marzo 2020; per assicurare la corretta gestione dei rifiuti, dal servizio di raccolta al trattamento e smaltimento finale, rispettando le misure supplementari per garantire la sicurezza per i lavoratori dello specifico settore e la tutela della salute pubblica e dell’ambiente, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha pubblicato una Circolare per chiarire alcune criticità riscontrate.

In particolare, nel documento vengono analizzati cinque aspetti:

  1. Capacità di stoccaggio impianti
  2. Deposito temporaneo dei rifiuti
  3. Deposito dei rifiuti urbani presso i centri di raccolta comunali
  4. Impianti di incenerimento
  5. Smaltimento in discarica

Nel rispetto di alcuni parametri, potrebbe essere consentito sia un aumento del quantitativo di rifiuti stoccati, depositati temporaneamente, sia un aumento relativo ai limiti temporali e, per quanto riguarda gli impianti di incenerimento, sempre tenendo in considerazioni le direttive e le normative di riferimento, possono essere autorizzati a raggiungere la capacità termica massima valutata in sede di autorizzazione per garantire una più veloce distruzione di dei rifiuti.

Per maggiori informazioni, consulta la circolare completa

Fonte: www.minambiente.it