by ERP Italia

Oltre 180 le Start Up Europee, di cui 49 italiane, che hanno aderito. In palio 25.000 euro per il miglior progetto tra tre categorie Waste Prevention, Digital Circular Economy Solutions e Recycling

Milano, 10 Dicembre 2020 – Si è conclusa con successo la prima fase del Green Alley Award 2020-2021, la call internazionale dedicata all’economia circolare e promossa da Landbell Group (fornitore internazionale di servizi e consulenza per la conformità chimica e ambientale) e sostenuta dal Consorzio ERP Italia, tra i principali Sistemi Collettivi senza scopo di lucro che si fanno carico sull’intero territorio nazionale della gestione a norma dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e dei Rifiuti di Pile e Accumulatori.

La call, rivolta a startup di tutta Europa, ha visto la partecipazione di 189 realtà, di cui 49 italiane, secondo Paese per numero di partecipanti. I migliori 6 progetti saranno valutati da una giuria e una platea internazionale, ricca di esperti del settore e aziende legate all’economia circolare, nella finale di Berlino ad aprile 2021. Al vincitore un premio in denaro pari a € 25.000.

I progetti delle startup italiane si sono focalizzati in maggioranza (38,78%) nella categoria Waste Prevention con soluzioni per la minimizzazione dei rifiuti. Gli altri progetti si sono equamente distribuiti nelle altre due categorie Digital Circular Economy Solutions e Recycling (Riciclo dei materiali).

Dal 2014, anno della nascita del Green Alley Award, al 2019 sono state 985 le start up che hanno partecipato e tra le finaliste di tutte le edizioni sono 36 quelle che hanno intrapreso in seguito un percorso di successo, segno evidente della qualità dei progetti.

Per maggiori informazioni: https://green-alley-award.com/apply/