by ERP Italia

Come illustrato nell’articolo di Tuttoambiente.it, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 novembre 2021, il Decreto 26 ottobre 2021 del Ministero della Transizione Ecologica (MiTE), di attuazione delle direttive delegate della Commissione Europea 2021/647/UE del 15 gennaio 2021 e 2021/884/UE del 8 marzo 2021.

Le due direttive 2021/647/UE e 2021/884/UE avevano modificato la Direttiva 2011/65/UE (RoHS II) sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE).

In base a questi cambiamenti, il Ministero della Transizione Ecologica ha modificato gli Allegati III (Applicazioni esentate dalle restrizioni all’art. 4, comma 1) e IV (Applicazioni che beneficiano di un’esenzione dalla restrizione di cui all’art. 4, comma 1, specifica per i dispositivi medici e gli strumenti di monitoraggio e controllo) del Decreto Legislativo 4 marzo 2014, n. 27.

La variazione apportata all’Allegato III al Decreto Legislativo 27/2014 si applica dal 1° novembre 2021, mentre dal 1° luglio 2022 sarà in vigore quella apportata all’Allegato IV.

Il Consorzio ERP Italia è un Sistema Collettivo, senza scopo di lucro, tra i principali Consorzi RAEE e Pile e Accumulatori, che assolve agli obblighi di legge in capo ai Produttori per la gestione dei rifiuti tecnologici di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e di Pile e accumulatori a scopo di riciclo.

ERP Italia dal 2014 fa parte del Gruppo Landbell, leader nella consulenza ambientale e chimica a livello internazionale  e nella gestione degli obblighi normativi per la raccolta e il riciclo di RAEE, Batterie e Packaging  fornisce ai Produttori e ai propri Consorziati tutto il supporto necessario per affrontare queste tematiche a livello locale.

Grazie ad un team di esperti tecnico-normativi specializzati in materia ed in particolare nella tematica RoHS (Restriction of Hazardous Substances), le aziende possono usufruire di un unico interlocutore per semplificare tutti i passaggi necessari a rendere i propri prodotti conformi nel rispetto del principio della responsabilità estesa e attuando in concreto un Economia Circolare sostenibile.

Per maggiori informazioni, contattaci